UNI 11278:2017 PER SCEGLIERE IL GIUSTO SISTEMA FUMARIO: UNI 11278
AREA TECNICA

UNI 11278:2017 PER SCEGLIERE IL GIUSTO SISTEMA FUMARIO

06 Ago 2018
492 0
blog.labels.cat_archivio >

“Sistemi metallici di evacuazione dei prodotti della combustione asserviti ad apparecchi e generatori a combustibile liquido o solido – Criteri di scelta in funzione del tipo di applicazione e relativa designazione prodotto”.

Entrata ufficialmente in vigore da quasi 10 mesi (19 ottobre 2017), la nuova UNI 11278 può definirsi “norma di installazione”, in quanto destinata a professionisti del settore in campo applicativo (installatori qualificati) ed in campo progettuale. Leggendone il titolo per esteso la prima connotazione concerne il raggio di azione: la normativa NON riguarda il combustibile GAS, a differenza del precedente UNI TS 11278:2008, il testo specifico (in pratica un mero “consiglio”) dal quale è stata generata la norma vera e propria. Analizzando poi i contenuti si è voluto fare chiarezza in merito ai materiali da utilizzare (ricordiamo che si parla esclusivamente di METALLICI), distinti per tipologia e spessore, ed al grado di resistenza alla corrosione acida di condensa degli stessi, stabilito dai test di laboratorio superati in fase di certificazione prodotto (vedi ad esempio DOP sistema MONO). In questo senso una delle novità nel campo biocombustibili riguarda i prodotti catalogati “Vm”, i quali dovranno avere spessore minimo 2 mm per essere impiegati allo scopo (esempio sistema DESIGN). Sempre parlando di biomassa è stata ribadita l’obbligatorietà di utilizzo di un sistema fumario che abbia superato il test di resistenza all’incendio di fuliggine (classe “G” in designazione), anche per i prodotti muniti di guarnizione di tenuta: ancora una volta affermato il concetto di impossibilità di installazione dei prodotti in alluminio (test “G” effettuato a 1.000° C – punto di fusione dell’alluminio 660,3° C). Ovviamente nel caso di incendio interno al sistema andranno ripristinate le condizioni iniziali di installazione mediante sostituzione delle guarnizioni di tenuta. Inserita inoltre nella norma la modalità di compilazione della PLACCA CAMINO, obbligatoriamente fornita dal fabbricante, identificando genericamente il luogo di apposizione della stessa (“nelle immediate vicinanze”).

Molte altre ancora sono le novità presenti, purtroppo non riassumibili n poche righe: se volte approfondire maggiormente l’argomento non esitate a contattare il nostro ufficio tecnico.

Condividi la notizia

Ti potrebbe interessare anche...

foto-014-elenchi.jpg
10 Set
AREA TECNICA

SISTEMI FUMARI E APPARECCHI A BIOMASSA: NOI CI SAREMO, E VOI?

SISTEMI FUMARI E APPARECCHI A BIOMASSA: NOI CI SAREMO, E VOI? Mancano solo 9 giorni…cosa state ...

foto-013-tris.jpg
07 Set
AREA TECNICA

SCARICO A PARETE: UN COMPORTAMENTO IRRESPONSABILE

FACCIAMO CHIAREZZA! Il decreto legislativo 102 del 04 luglio 2014 indica come unico luogo di evac...

foto-003.jpg
01 Ago
AREA TECNICA

ESTATE, SOLE, CALDO E…MANUTENZIONE

Con l’arrivo della bella stagione si spengono gli impianti di riscaldamento: quale momento miglior...

Tutti i campi sono obbligatori

< blog.labels.chiudi

NOTIZIE PIÙ LETTE

UN ESEMPIO DI SCARICO VIETATO
07 Set
AREA TECNICA

SCARICO A PARETE: UN COMPORTAMENTO IRRESPONSABILE

FACCIAMO CHIAREZZA! Il decreto legislativo 102 del 04 luglio 2014 indica come unico luogo di evacuazione dei fumi e dei vapori di cottura la sommit...